Breath Test

Breath Test



27 Dic 2019 - Esami Specifici


Il Breath test o “test del respiro”, è un esame non invasivo che si effettua soffiando su un tubicino per valutare l’intolleranza al lattosio, fruttosio, sorbitolo, inulina, il tempo di transito intestinale ed una eventuale colonizzazione anomala del nostro intestino da parte di alcuni batteri.

Breath test al lattosio: Il lattosio è un disaccaride che in condizioni normali viene digerito nell’intestino tenue da un enzima, la lattasi, che lo scinde in glucosio e galattosio che vengono poi assorbiti. Poiché nell’intestino tenue è presente una bassa concentrazione della flora batterica, il lattosio non viene fermentato e non si ha produzione di idrogeno. In caso di intolleranza al lattosio, invece, la lattasi è assente o poco funzionale, quindi il lattosio assunto non viene digerito, viene fermentato dalla flora batterica del colon e ciò produce idrogeno, che viene in parte assorbito a livello del colon, arriva al flusso sanguigno e da qui viene portato ai polmoni per essere espulso. La misurazione dei livelli di emissione di idrogeno rispetto alle condizioni normali consente di evidenziare i casi di test positivi.

Breath test al fruttosio: è il test di riferimento per la diagnosi del malassorbimento del fruttosio. Il fruttosio è un monosaccaride che in condizioni normali viene metabolizzato nell’intestino tenue dall’enzima aldolasi. In condizioni patologiche, l’alterata funzionalità (o il deficit) di aldolasi causa un mancato assorbimento del fruttosio nel tenue ed una sua concentrazione a livello del colon, dove viene fermentato con produzione di idrogeno che, mediante la mucosa intestinale ed il circolo sanguigno, arriva ai polmoni e tramite questi viene espulso dall’organismo. Serve per la determinazione del tempo di transito intestinale, e pertanto rivolto a chi soffre di alitosi, digestione lenta, gonfiore, stipsi, coliche addominali e meteorismo.

Breath test al sorbitolo: è un test estremamente utile per la diagnosi della celiachia o di altre malattie che causano malassorbimento.

Il sorbitolo è uno zucchero (monosaccaride) che in condizioni normali non ha bisogno di digestione affinché possa essere assorbito. In condizioni patologiche, invece, il mancato assorbimento a livello dell’intestino tenue fa sì che il sorbitolo arrivi in elevata concentrazione a livello del colon, dove subisce una fermentazione che porta alla produzione di idrogeno, che tramite il circolo sanguigno arriva ai polmoni e viene espulso dall’organismo con il respiro.

Breath test all’inulina: è il test di riferimento per una eventuale disbiosi intestinale. L’inulina è un carboidrato non disponibile (cioè non digeribile dagli enzimi prodotti dall’organismo umano) presente in diversi alimenti di origine vegetale. In genere viene estratta dalla cicoria o dal carciofo. Come additivo alimentare, viene aggiunta al cibo per migliorarne il sapore.

Arrivando nell’intestino senza essere digerita, l’inulina viene utilizzata dai batteri della flora intestinale che la fermentano per ricavarne nutrimento. Attraverso questo meccanismo l’inulina favorisce la crescita di batteri intestinali alleati della salute; l’inulina promuove, per esempio, la buona funzionalità intestinale. Un’alterazione potrebbe essere indicazione di un’eventuale disbiosi intestinale.

La disbiosi consiste in una alterazione degli enzimi e della flora batterica che vive all’interno dell’intestino, chiamata anche microbiota intestinale, che causa una serie di sintomi a carattere non solo intestinale ma anche extraintestinale. Tra questi, spiccano per frequenza gonfiore, stitichezza, diarrea, riduzione della forza, malessere generale, cambiamenti dell’umore, disturbi del sonno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Clicca qui e chatta
Ciao! Scrivimi su WhatsApp per fissare un appuntamento!😉